La chiesa venduta dal Vaticano ai musulmani diventata moschea

Condividi!

Due campanili resistono alti, sui tetti della città. Ma uno lo è solo all’apparenza. In realtà è un minareto.

VERIFICA LA NOTIZIA
Lo skyline è lo stesso di un secolo fa, fino a quando non si guarda più da vicino quella che era, prima di Bergoglio, la Chiesa della Santissima Trinità: ora ci sono mezzelune di rame dove c’erano croci.

Le sei croci esterne sono state rimosse e sostituite.

Era l’ultimo passo, e il più visibile, nella trasformazione di questa chiesa di Syracuse, NY, in moschea. Partito dalla vendita tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014. Nonostante l’appello dei fedeli locali alla Diocesi e al Vaticano.

La trasformazione ha seguito il cambiamento demografico del quartiere (capito vescovi? illusi di fare proseliti tra i nuovi arrivati), il North Side, una volta abitato da italiani e tedeschi, è ormai zona di immigrati islamici da Africa e Asia.

syracuse-4ae2d98151a66ad9

syracuse-90e65741f5432725

syracuse-623cdf6e2b0f0300

syracuse-116351d5ea3ff353

syracuse-dd93c43fc61940ae

syracuse18542392-standard

Inutile la battaglia di Anna Giannantonio, residente e fedele italiana di Syracuse, per impedire al Vaticano (la Diocesi locale che dipende ovviamente da Roma) di vendere la chiesa agli islamici perché la trasformassero in moschea.

syracusecwpix

Mentre le croci sono state rimosse dalle guglie della chiesa sul lato esterno, le 10.006 croci dipinte all’interno sono state invece cancellate con la vernice, i nuovi arrivati stanno cancellando il cristianesimo dal quartiere, con il beneplacito di Bergoglio: perché le religioni si muovono con i popoli. Non sopravvivono. Sono Carne e Sangue, prima di essere Fede.

L’immagine che rimane è quella dell’italo-americana Anne Angiolillo in lacrime, mentre l’ultima croce viene sradicata da quella che una volta era una chiesa.




8 pensieri su “La chiesa venduta dal Vaticano ai musulmani diventata moschea”

  1. Il pensiero dominante impone, oggi, di accogliere, alla luce dei precetti cristiani quando, per mille anni, i nostri antenati hanno eretto torri di avvistamento su ogni costa per contrastare l’invasione dei fedeli di una religione incompatibile e dominante, sempre uguale a se stessa e oggi ancora più pericolosa. C’è poco da scegliere chi ascoltare, se gli ignoranti buonisti suicidi di oggi o i nostri antenati

    1. Il Cristianesimo è stato rovinato dal Concilio Vaticano II del 1962 voluto dal “papa buono” Roncalli, un marxista travestito da chierico. Le chiese sono vuote perché dopo il CVII il Vaticano ha proposto un cattolicesimo “soft”, dunque non più tradizionalista e intransigente, ma progressista e permissivo. Insomma, ha avviato la secolarizzazione della società ben prima del Sessantotto, che col Femminismo, ha fatto tutto il resto e devastato la nostra società sul piano etico, morale, civile e spirituale.

      Al Cattolicesimo è stato sostituito il Cattocomunismo (più comunismo che catto), una disgrazia assoluta perché mistifica la parola del Vangelo in senso marxista, e di cui l’attuale pontefice argentino – tanto stimato da gente come l’ex direttore di Repubblica – ne è un degno esponente. E’ tutto contraffatto, la Chiesa e la religione cattolica, che prima del CVII mai avrebbe permesso all’Islam di mettere piede nei nostri territori, e invece rappresenta una quinta colonna dell’afroislamizzazione.

  2. Le vetrate cattedrali chissà che fine han fatto…probabilmente rotte in pezzi ma si potevano creare un sacco di cose carinissime come parafiamma per camini sono decadenti, deliziosi, baudelairiani, un vero peccato, sono anni che le cerco.

Lascia un commento