Conte getta la maschera: “Ho sempre votato Pd”

Condividi!

Conte getta la maschera e si rivela per quello che è: il solito ‘tecnico’ che finisce per credersi un politico. E inizia a fantasticare su un consenso che non ha:

Conte: “Salvini ossessionato dai porti chiusi”, la risposta: “Sì, io difendo l’Italia”

Era stato scelto come figura neutra per portare avanti un contratto di governo tra due movimenti diversi. Una volta che uno dei due contraenti scioglie il patto, perché l’altro non rispetta più il contratto – vedi i porti chiusi -, allora avrebbe dovuto lasciare senza abbarbicarsi alla poltrona. Ma si sa, il potere, anche inesistente come quello del premier, abitua. Soprattutto quando fino al giorno prima sei stato un oscuro professore da stage.

Ma Conte è sempre stato un infiltrato:

Conte: “Salvini ossessionato dai porti chiusi”, la risposta: “Sì, io difendo l’Italia”

C’era lui dietro i famigerati ‘corridoi umanitari’:

Ci andiamo a prendere 600 immigrati con l’aereo

C’erano le mani di Sant’Egidio, di cui lui è sodale e infiltrato:

Conte visita Sant’Egidio e loda i famigerati “Corridoi Umanitari”

Abbiamo parlato spesso di questa organizzazione ‘religiosa’ che andrebbe messa fuorilegge e che, come una sorta di loggia massonica, piazza i suoi uomini nelle istituzioni:

Sant’Egidio sabota l’Italia in Libia, vuole riaprire il traffico umanitario?

Combattere l’immigrazione e collaborare con Sant’Egidio, Salvini, è come pensare di sconfiggere la mafia collaborando con Riina redivivo.

Chi dà l’8 per mille alla Chiesa finanzia l’invasione. Salvini non ha compreso che con il nemico non si possono fare compromessi: o pensa che, se potessero, quelli di Sant’Egidio e della Caritas non lo farebbero sparire? La mangiatoia si rade al suolo, non si lascia in vita.

Un’organizzazione come Sant’Egidio andrebbe messa fuorilegge. E non si può governare coi loro infiltrati.

Profughi stanno tornando a casa, Sant’Egidio trama per portarli in Italia

L’obiettivo a medio termine di Sant’Egidio è questo:

Sant’Egidio: “Salvini deve regolarizzare 50mila clandestini”




Un pensiero su “Conte getta la maschera: “Ho sempre votato Pd””

  1. Lo stile sinistro non gli manca, non per niente è il falsario del suo curriculum vitae.
    Ma già averlo scelto dimostra, in chi l’ha scelto, la mancanza di “occhio clinico” per la politica. Un dirigente industriale che sbaglia in questo modo nelle scelte del personale aziendale… viene sostituito prima chiuda la fabbrica.
    Il nostro vero problema è infatti che, guardandosi attorno nello scenario politico italiano, quando non corrotti e ladri, si vede solo ipocrita pretaglia senza palle inadatta al ruolo. E Salvini non fà eccezzione (basti ricordare il suo passato politico) anche se per disperazione stà ottenendo la maggioranza dei consensi.
    Il suo unico merito è di essere un apripista per i veri UOMINI che verranno.

Lascia un commento