Branco stupra bambina handicappata, preso pakistano

Condividi!

Abusi sessuali su una povera bambina, una 14enne handicappata, affetta da un ritardo mentale. La piccola era stata affidata a una casa famiglia perché, quando ancora viveva con papà e mamma (a loro volta affetti da ritardo cognitivo), era stata vittima di altri orchi: per gli ultimi episodi, almeno tre, risulta indagato un 34enne pakistano.

VERIFICA LA NOTIZIA

All’immigrato, la Procura contesta l’accusa di violenza sessuale aggravata su minore. Un caso che si snoda tra le province di Padova e Treviso. Da quanto si è appreso, proprio in queste ore, gli inquirenti starebbero valutando l’ipotesi di un incidente probatorio in indagini. Anche perché sarebbero entrati in possesso delle perizie sui cellulari sequestrati all’indagato.

Il Pakistan è esportatore netto di brutali stupratori. Gli stupri etnici in Inghilterra, migliaia di vittime locali, molto spesso da famiglie disagiate, ne sono una chiara testimonianza.

Ps. Ai ritardati mentali non dovrebbe essere consentito di mettere al mondo bambini, è tipico di una società decadente. Questa povera bambina è stata vittima ancora prima di nascere. Vittima dell’ipocrisia della società.




Un pensiero su “Branco stupra bambina handicappata, preso pakistano”

  1. La parte migliore era il p.s.
    Inoltre premetto che non ho seguito il caso ma non mi sorprenderei dopo Bibbiano se si vedessero pure gli andicappati a gli stranieri. Sono obbligati a farli uscire accompagnati da qualcuno come ha fatto il pakistano a trovarla sola?

Lascia un commento