Open Arms: “Domattina sbarcheremo a Lampedusa”

Condividi!

I trafficanti umanitari catalani di Open Arms prevedono di sbarcare il loro carico di merce umana domani mattina a Lampedusa. Sfruttando la complicità di un giudice e dei grillini.

‘Open Arms’ a Lampedusa in mattinata
E’ previsto domani mattina l’arrivo a
Lampedusa della ‘Open Arms’, la nave
dell’Organizzazione non governativa
(Ong) spagnola restata ferma in mare,
in acque internazionali, per 13 giorni.

L’approdo all’isola siciliana dopo che
il Tar (Tribunale amministrativo) ha
sospeso il divieto di ingresso in acque
italiane.A bordo 147 migranti,tra cui
32 minori. Il fondatore della Open Arms
sollecita una mediazione per creare “un
asse rafforzato” per accoglierli, tra
Germania,Francia e Spagna. Quest’ultima
si è già detta disponibile a farlo.

Questo noto trafficante umanitario, invece di finire ai ferri, si permette di dettare le condizioni ad un paese sovrano. Questo perché nella politica e nella magistratura italiana ci sono degli infiltrati al soldo del nemico.

In realtà è atteso nelle prossime ore un nuovo divieto di sbarco firmato da Salvini, che quindi dovrebbe essere oggetto di un nuovo ricorso.

Ma, ancora una volta, non è nemmeno esemplificabile quanto sia delirante un tribunale amministrativo che prende la decisione politica di permettere lo sbarco in Italia di clandestini presi in Libia da nave spagnola e mai entrati in acque italiane. Oltre ad essere un ignorante, quel giudice è anche un tantino megalomane.

Diciamo le cose come stanno, quello portato avanti da questi trafficanti umanitari di Open Arms è stato un attacco politico studiato all’Italia. Complici traditori interni.

La guerra è appena cominciata. Ma per vincerla, dobbiamo prima fare i conti con i traditori che abbiamo in casa. E sterminarli politicamente.




Un pensiero su “Open Arms: “Domattina sbarcheremo a Lampedusa””

  1. Speriamo che la gente apra gli occhi e si renda conto finalmente che la democrazia non fa mai gli interessi naziinali. La democrazia e’ stata inventata infatti dagli ebrei, che attraverso la divisione del popolo in due blocchi equipotenti e confliggenti tra loro fa vincere ora gli uni, ora gli altri, dominando sempre loro.

Lascia un commento