Clandestini Open Arms stavano per andare in Francia, poi è arrivato il TAR

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Francia e Germania stavano per accettare l’arrivo dei clandestini a bordo di Open Arms, prima della delirante e tempistica decisione di un oscuro giudice del TAR del Lazio.

Ne danno notizia i giornali spagnoli.




3 pensieri su “Clandestini Open Arms stavano per andare in Francia, poi è arrivato il TAR”

  1. Le ong rispondono ai magistrati. Questi ultimi si fanno forti del potere che l’europa conferisce loro. Se Salvini si non si fosse allontanato dalla politica dell’italexit…doveva anche rimanere più vicino alla destra vera invece che voltargli le spalle e mettersi con i 5 stelle. Ha fatto molti errori, è un uomo solo e/o mal consigliato.

    1. Ma che stai dicendo, guardare a casapound e forza nuova dall’alto della loro percentuale da prefisso telefonico? Non solo totalmente inutile a livello di voti ma anche con un danno di immagine enorme, all’interno e soprattutto all’estero, questo al netto di ciò che si possa pensare di questi due movimenti. Salvini vuole diventare premier e magari mettere Berlusca al quirinale ad occuparsi dei giudici, non rimanere all’opposizione vita natural durante. Che poi a noi frega poco se Salvini abbia soddisfatto il suo ego o meno, ciò che conta è che lui sia in quel posto per salvare l’Italia dall’invasione di arabi e africani che nel giro di 50 anni avrà sommerso non solo l’Italia ma tutta l’europa occidentale. Come disse Vespa qualche mese fa, i figli di Salvini si ritroveranno ancora ad avere a che fare col problema immigrazione ed in modo molto più grave. Si arriverà al punto che avranno un tale peso, e rappresentanti, che la chiusura dei porti e men che meno i rimpatri, non saranno più opzioni, ci saranno solo battaglie di retroguardia. Qui si gioca il futuro d’Italia per come la conosciamo, non semplici politiche di destra o di sinistra in economia o sul piano amministrativo che sono modificabili dai governi a seconda dei risultati elettorali.

Lascia un commento