Anche i Savoia contro Salvini: “Italiani stufi della Repubblica…”

Condividi!

Emanuele Filiberto, quando arrivi a Taranto avvertici:

I Savoia sono stati decisivi nella riunificazione dell’Italia, sogno perseguito dalla Cultura fin dalla Caduta di Roma. Ma avere abbandonato Roma resterà per sempre come una macchia indelebile. L’Italia ha bisogno di un dictator con pieni poteri che sia in grado di respingere le crescenti minacce della finanza globale.




2 pensieri su “Anche i Savoia contro Salvini: “Italiani stufi della Repubblica…””

  1. Dopo essere stati alla ribalta della cronaca per crimini pesanti ed imbarazzanti, con una scioltezza tipica delle facce di m. vorrebbero anche regnare? Se ad uno zingaro gli dai un dito essendo un poco di buono si prende tutto il braccio e qua la situazione non è diversa. Sembra tuttavia che Salvini abbia altre idee, ha chiesto, secondo le notizie, a briatore (la minuscola è fortemente voluta) di avere una parte attiva nel suo partito. L’anziano ha risposto:
    ” non voglio sprecare le giornate in commissioni inutili a sentire idioti che non hanno mai viaggiato in vita loro”
    Forse non era ad un posto di fattorino che Salvini gli avrebbe riservato ma tutto sommato uno che ti congeda con una frase simile è l’unica incombenza che può svolgere.

  2. Ma ancora peggiore è stato lasciare in piedi lo stato vatic-ano che, da quando esiste (basta rileggere gli scrittori politici Rinascimentali), ha sempre tramato con gli stranieri (allora con Francia-Austria-Spagna oggi con la feccia migrante) per la rovina dell’Italia a vantaggio dei sui interessi politico-economici.

Lascia un commento