Ong con 402 clandestini a bordo vogliono sbarcare in Italia: è terrorismo umanitario

Condividi!

Dopo l’ultima operazione di ieri, e con i 9 infetti fatti scendere a Lampedusa, sono ora 402 i clandestini prelevati nel Mediterraneo a bordo delle navi Open Arms e Ocean Viking che stanno assediando l’Italia.

Sia alla Open Arms che alla Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranee e Medici Senza Frontiere, è stato notificato il divieto d’ingresso nelle acque territoriali italiane.

Ma i catalani esigono un porto italiano. A Malta infatti, che si era detta disponibile ad accogliere i 39 clandestini caricati la scorsa notte, la Open Arms ha risposto picche: ha rifiutato, preferisce scaricarli in Italia.

La Ocean Viking intanto, che il giorno precedente aveva prelevato su appuntamento 85 clandestini, sabato ne ha raccattati altri 80 sempre su un gommone a largo della Libia. E ieri nuovo carico. Sempre un’ottantina.

Il governo italiano ha inviato una nota all’ambasciata della Norvegia in cui si sottolinea che l’Italia “non ha in alcun momento assunto il coordinamento delle operazioni di soccorso” e, in ogni caso il recupero dei migranti è avvenuto “ben al di fuori della zona di responsabilità italiana”. Per questo “non può in alcun modo essere attribuita alle autorità italiane la responsabilità d’individuazione del porto di sbarco”.

In pochi giorni di presenza ‘umanitaria’ gli scafisti, fino ad ora quasi assenti, si sono scatenati. E’ evidente: le Ong fanno parte del piano di destabilizzazione dell’Italia.

E’ evidente che le ong sono parte di un disegno più ampio di africanizzazione del continente portato avanti dai governi fantoccio di Francia e Germania. E che questo piano aveva e ha al centro l’Italia come punto di sbarco.

Poi è arrivato Salvini. Ma se non si vota, e nascesse un governo di prostitute istituzionali, riapriranno i porti.

Se non capiamo che quello portato dalle ong per conto di altri sopra di loro è un attacco terroristico con altri mezzi – clandestini invece di bombe – allora siamo destinati a perire.

Vogliono sovvertire la democrazia in Italia attraverso l’imposizione di una politica sull’immigrazione opposta a quella votata dagli italiani. Questo è terrorismo. Questa è eversione.

Eversione in complicità con settori della politica e della magistratura.

Usano i clandestini come bombe. E guardate la foto in alto: sono molto meglio le bombe. Almeno uccidono una volta sola.




6 pensieri su “Ong con 402 clandestini a bordo vogliono sbarcare in Italia: è terrorismo umanitario”

  1. Sono a 3 giorni di navigazione da Barcellona e due da Formentera , Marsiglia ancora meno , Ajiaccio solo 1 giorno , Ma a quale governo dobbiamo rivolgerci per confermare che non gradiamo questi Extracomunitari rognosi e probabilmente anche terroristi ? se hanno voglia di terra devono essere accolti dalla terra delle loro bandiere di immatricolazione . Atto di bandiera , si chiama il documento che certifica che quella nave è disciplinata da leggi di quello stato . e non sono Italiane e non devono venire in Italia

  2. Stiamo seguendo la politica europeista che abbiamo abbracciato e dalla quale Salvini si ostina a non voler abiurare. Non si deve lamentare se continuano a vessarci con le loro leggi del caiser. Deve fare immediatamente l’ Italexit io dico riprendiamoci il paese con la legge, non facciamo il loro sporco e vergognoso gioco in cui ci vogliono gettare in una guerra civile sanguinosa. Questo è, o meglio era, il programma di Casapound. Solo se fallirà, a mio avviso, passeremo alle armi.

Lascia un commento