Ragazzina si fida di immigrato e lui la stupra: “L’ha voluto lei”

Condividi!

Il tunisino di 30 anni accusato di aver violentato una giovane italiana di 19 anni. Per ora rimane in carcere. Nella giornata di ieri l’udienza di convalida davanti al gip dove l’afroislamico, assistito dal proprio legale, si è difeso dalle accuse, asserendo che il rapporto sessuale avuto con la 19enne livornese sarebbe stato “consensuale”. Una difesa che non ha però convinto il giudice che ha confermato l’arresto.

VERIFICA LA NOTIZIA

La ragazza aveva conosciuto l’immigrato intorno alle 2 della notte tra martedì 6 e mercoledì 7 agosto mentre si trovava insieme ad un gruppo di amici sui lungarni.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti i due, dopo alcune ore trascorse insieme nelle piazze del centro, si erano defilati dagli amici della giovane per bere qualcosa. Geniale isolarsi con un immigrato appena conosciuto. Con questa scusa lo straniero avrebbe portato la ragazza, poco pratica della città, in una zona isolata dove l’ha poi stuprata.

Il 30enne, privo di precedenti, di fatto senza fissa dimora e da poco tempo gravitante sul territorio pisano, è stato poi rintracciato il giorno successivo, l’8 agosto.

Un altro arrivato coi barchini in Sicilia e poi salito su come un tumore. I tumori si tagliano via.




6 pensieri su “Ragazzina si fida di immigrato e lui la stupra: “L’ha voluto lei””

  1. Sarebbe opportuno non chiamarli più profughi ma con l’appellativo grazie al quale si fa leva sulle leggi del mare e si sollevano perplessità sul decreto sicurezza e cioè semplicemente “naufraghi”

  2. Ma almeno ora questa sciagurata si sara’ redenta della patologia buonista immigrazionista o, come temo, dopo la congiunzione con il sottouomo infestato da demoni, ridescandera’ essa stessa la scala evolutiva sino al rango macaco del suo aggressore?

    1. Una che si isola con un sottoverme di mussulmano nord africano non puo redimersi queste merde dovrebberoprima subire vere violenze aggravate magari di gruppo prima che si redimino da questa loro ideologia buonista da idioti ipocriti rincoglioniti traditori della Patria. E poi, io coloro che hanno avuto rapporti coloro si sono fatti toccare intimamente da questi vermi sottosviluppati escrementi semiumani dicevo a queste io toglierei la Nazionalità, oppure come alternativa sul Passaporto ci scriverei: di Nazionalità Italiana ma infetta

Lascia un commento