Assalto islamico alla Sardegna: sbarcano 67 algerini in 48 ore

Condividi!

Sessantasette clandestini sbarcati sulle coste del sud Sardegna nelle ultime 48 ore.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il primo approdo è stato registrato l’altra sera sulla spiaggia di Porto Pino, nel comune di Sant’Anna Arresi: gli otto algerini che erano a bordo del barchino sono stati poi bloccati dai carabinieri mentre passeggiavano in paese.

Altri 13 sono stati intercettati dalla Guardia di finanza al largo dell’isola del Toro, mentre un’altra imbarcazione e’ approdata sulla spiaggia di Chia, nel comune di Domus De Maria.

In serata, poi, altri barchini con a bordo complessivamente 22 migranti sono stati bloccati dalle Fiamme gialle sempre al largo delle coste meridionali della Sardegna e trasportati al porto canale di Cagliari.

L’ultimo sbarco in ordine di tempo, invece, è avvenuto in piena notte a Teulada, con l’arrivo di altri nove algerini. Dopo le visite e l’identificazione tutti e 67 i clandestini sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir.

Essendo algerini verranno tutti rimpatriati. Ma si nota la totale assenza del ministro della Difesa: abbiamo una Marina militare?

Sia chiaro, gli sbarchi sono ai minimi storici, ma questo solo grazie al blocco in Libia che riguardava il 99% di chi sbarcava. Ciò non toglie che questi sbarchi islamici di algerini e tunisini in Sardegna e Sicilia siano pericolosi.

Per bloccarli servono rimpatri immediati, ovvero poche ore dopo gli sbarchi. E sarebbe meglio che venissero bloccati in acque internazionali dai militari. E tenuti a bordo fino al rimpatrio. E qui si torna alle prigioni galleggianti, magari con particolare giurisdizione extraterritoriale.




Un pensiero su “Assalto islamico alla Sardegna: sbarcano 67 algerini in 48 ore”

Lascia un commento