Seguaci di Bergoglio attaccano Salvini: “L’Italia non è cristiana, Gesù inferiore a Maometto”

Condividi!

La sedicente (in seguito capirete perché) Associazione mariologica interdisciplinare italiana, una sorta di club onanistico, critica Matteo Salvini.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo fa in una delirante lettera ad Avvenire, in cui si scaglia contro il leader sovranista per “l’uso strumentale del nome di Maria, quando è invocato contro qualunque essere umano”. Quindi tutti i Papi prima di Bergoglio, soprattutto quelli al tempo delle Crociate e di Lepanto, a cui l’allora Pontefice affidò la salvezza dell’Europa cristiana, sono ‘eretici’: non è che gli eretici, invece, sono Bergoglio e i suoi sodali?

Il ministro dell’Interno aveva invocato la Madonna di Medjugorje per l’approvazione del decreto sicurezza bis. Nel tripudio dei fedeli.

“[…] da un lato la figura della Madonna che approverebbe e benedirebbe le scelte governative contro i migranti e che viene brandita per difendere la presunta identità occidentale e cristiana dell’Italia e dell’Europa contro gli altrettanto presunti assalti degli immigrati islamici, africani e asiatici;

[…] Maryam, la donna più importante tra quelle menzionate nel Corano, madre di Gesù (considerato dai musulmani il più grande profeta, inferiore solo a Maometto), la quale è venerata e riconosciuta dai fedeli dell’islam come ‘santa e piena dello Spirito di Allah’ ed è un perno del dialogo islamo-cristiano”.

La “presunta identità cristiana dell’Italia”, “Gesù inferiore solo a Maometto”: non serve nemmeno commentare più di tanto, sono loro gli eretici. E visto che non possiamo metterli al rogo, ci accontentiamo di mandarli serenamente a quel paese. Il loro paese.




3 pensieri su “Seguaci di Bergoglio attaccano Salvini: “L’Italia non è cristiana, Gesù inferiore a Maometto””

  1. Il vero patrimonio sono gli “indecisi”. Per loro sarà più convincente una persona normale o questi squinternati? Se io fossi l’istruttore di PNL di questa gente li rincorrerei con l’ombrello.

  2. La politica deve tenersi fuori da diatribe religiodeliranti.
    Siamo uno stato con delle leggi che vanno rispettate e lo stato dal canto suo deve rispettare il cittadino. Io sono atea, non voglio essere obbligata ad inchinarmi a niente e nessuno. Ho diritti e doveri, quelli stabiliti dalla costituzione. Salvini come ho già lamentato su bf non deve far confusione, se lui crede in Dio padronissimo, ma ci risparmi le sue preghiere sul palco, lì sei la persona che il popolo ha eletto per rimandare a casa gli invasori, in chiesa ci vai dopo che hai fatto il tuo dovere. Se si fosse attenuto intelligentemente a queste piccole regole (del buon senso) non avrebbe dato adito a critiche. Questo papa sta rompendo i cosiddetti, ogni giorno si sente parlare di lui, va zittito!

Lascia un commento