Francia e Algeria si prendono il mare italiano

Condividi!

Malgrado l’accordo di Caen in cui Paolo Gentiloni regalava chilometri quadrati ai transalpini non sia stato ratificato causa elezioni e nuova maggioranza, Parigi prova un altro blitz. Il sardo Mauro Pili: «L’esecutivo deve revocare l’intesa o saremo sempre a rischio».

VERIFICA LA NOTIZIA

Il blitz di Macron. Mauro Pili ex deputato Unidos attacca la Francia. “Tenta nuovamente lo scippo del mare italiano al largo della Sardegna”, scrive l’ex presidente della Regione, “approvato un nuovo piano di utilizzo e annessione delle acqua internazionali a largo della Sardegna, ad est e ovest. Il governo italiano non si accorge che Macron si sta fregando il mare davanti a casa nostra”.

Questo vuole il mare italiano perché occupa un’isola italiana, la Corsia.

L’anno scorso:

Francia annette mare italiano, governo inerte

Non è un caso se poi li premiano:

Macron premia il suo infiltrato italiano: il piddino Gozi nominato responsabile Affari Ue del governo francese




3 pensieri su “Francia e Algeria si prendono il mare italiano”

Lascia un commento