Decreto sicurezza bis: chi non lo vota sta con chi spezza le braccia ai poliziotti

Vox
Condividi!

Intanto: sul decreto sicurezza bis Salvini vince anche se perde. Se il decreto passa, vince perché ha fatto un’altra delle cose promesse, e ottiene i ‘super-poteri’ per respingere i trafficanti delle ong.

Se non passa, vince lo stesso, perché a fare cadere il governo sarebbero stati i grillini, e la colpa ricadrebbe tutta su Di Maio: elezioni e probabile sfondamento del 50 per cento, visto che già oggi la Lega è data al 40 per cento.

Ma il decreto passerà, a meno di quasi impossibili catastrofi. Anche se alcuni senatori grillini non lo votassero, come pare probabile saranno quasi 6, i senatori di FdI e FI non voteranno contro, si asterranno per non votare la fiducia ma faranno passare il decreto: questo porrà comunque un interrogativo sulla prosecuzione del governo. Ma il decreto passerà.

Sia chiaro, chi non lo vota sta coi trafficanti di clandestini:

Ong minaccia: ferma davanti a Lampedusa in attesa voto su decreto sicurezza bis

Vox

Chi non lo vota, sta con chi spezza le braccia ai nostri poliziotti:

60 immigrati circondano volante ​e spezzano le braccia a 2 poliziotti – FOTO

Per il Pd è normale: sono stipendiati da Macron, saltano sulle navi dei trafficanti e avallano gli speronamenti, visitano gli assassini dei carabinieri in carcere.

Ma i grillini che dovessero fare lo stesso, sono politicamente morti. Ma forse lo sono già, solo che ancora non glielo hanno detto.

A guidarli, da fuori, c’è l’ex esibizionista De Falco, che durante il naufragio del Giglio, si preoccupava più di registrare il suo intervento per i posteri che di salvare più persone possibile. Anche oggi, il trafficante ad honorem, ha inventato la bufala del “decreto che fa morire centinaia di immigrati”. Quando invece, con Salvini, è un dato praticamente quasi azzerato.