La sinistra vuole dare i soldi degli italiani agli immigrati: ricorso alla Consulta

Condividi!

E’ un’offensiva portata avanti da associazioni finanziate da Soros come ASGI e toghe rosse incistate come tumore nel sistema giudiziario

La sinistra, che sia rappresentata da politici o da magistrati, ormai è la vecchia oligarchia che vuole governare attraverso organi non eletti di burocrati (autority come AgCom) e toghe. L’Italia non tollererà che una struttura non democratica di nominati che parassitano i contribuenti come la Consulta decida al posto di milioni di italiani: in democrazia decide il popolo, non una cricca di togati.

E’ urgente una riforma costituzionale che depotenzi la Consulta, organo che limita la sovranità popolare. Un modo è eliminarla, rendendo il Parlamento unico depositario della costituzionalità delle leggi. Un’altra è rendere le decisioni di tale organo valide solo se prese all’unanimità: in questo modo solo leggi palesemente incostituzionali verrebbero giudicate tali e non sarebbe una scelta politica di chi non ha legittimità politica a scegliere.




2 pensieri su “La sinistra vuole dare i soldi degli italiani agli immigrati: ricorso alla Consulta”

  1. Dopo la recente decisione di tassare i terreni agricoli passeranno a metterceli in casa i porci, specie se è bella grande, in quel caso te ne spettano almeno 5.
    Se andassimo alle urne e vincesse la lega non si saprebbe a chi dare la posizione strategica, di vitale importanza, del ministero della difesa. L’unico che vorrei sarebbe Simone ma purtroppo non è leghista. Salvini non ha ministri affidabili che possono sedersi su quello scranno tranne Calderoli che però ormai lo vedo bello frollato. Si è fatto persino mettere sotto dal gorilla.

Lascia un commento