Ong all’attacco: trafficanti umanitari di Open Arms prelevano 52 clandestini

Condividi!

E fonti del Viminale spiegano che Salvini ha già firmato “il divieto di ingresso, transito e sosta nelle acque territoriali italiane”.

Italia sotto assedio da parte della flotta ong franco-tedesca-catalana. L’ultimo carico da parte dei catalani di Open Arms, a cui il governo spagnolo ha vietato di operare:

Ovviamente hanno già la scusa pronta: “Stava affondando. Stava entrando così tanta acqua nel gommone che era sul punto di naufragare. Siamo arrivati in tempo. Cinquantadue persone alla deriva, 16 donne e due bimbi piccoli, sono in salvo. Ora serve un porto sicuro”, scrive il trafficante umanitario Oscar Camps, fondatore della ong catalana Proactiva Open Arms su Twitter.

Le accuse della Procura di Ragusa: favoreggiamento dell’immigrazione clandestina per quanto accaduto a marzo 2018, quando la ong spagnola.

All’epoca, prima di Salvini, la Proactiva Open Arms avrebbe imposto all’Italia lo sbarco dei clandestini prelevati in Libia ignorando le sollecitazioni arrivate dal Centro di coordinamento italiano e le indicazioni di Madrid che indicava al comandante e al capo missione di chiedere lo sbarco a Malta. Da La Valletta era stato accordato uno “medevac”, ovvero l’evacuazione medica urgente per tre migranti che necessitavano di cure immediate. Nella richiesta di processo, il procuratore capo Fabio D’Anna e il sostituto Santo Fornasier, hanno sottolineato che lo Stato italiano è diventato vittima di una violenza privata con il fine di “favorire l’immigrazione clandestina”.

Questo carico si aggiunge ai 40 clandestini prelevati ieri dalla Alan Kurdi della tedesca Sea Eye:

E’ un’offensiva mediatica e terrorista. Usano i clandestini come fossero bombe. Vanno messi fuorilegge. Comunque, navi spagnola e tedesca: Barcellona e Amburgo vi aspettano.




Un pensiero su “Ong all’attacco: trafficanti umanitari di Open Arms prelevano 52 clandestini”

Lascia un commento