‘Ndrangheta, retata politici: arrestato capogruppo PD

Condividi!

Diciassette misure di custodia cautela-
re, 12 in carcere e 5 ai domiciliari,
sono state eseguite dalla Polizia con-
tro la cosca Libri di Reggio Calabria.
Tra i reati ipotizzati associazione e
concorso esterno in associazione mafio-
sa, estorsione, turbata libertà degli
incanti, tentata corruzione.

Tra gli arrestati anche imprenditori e
politici, come i capigruppo del Pd e di
FdI al Consiglio regionale della Cala-
bria. Dall’indagine è emerso che la co-
sca aveva messo le mani sui settori e-
dilizia,immobiliare e ristorazione.




Vox

3 pensieri su “‘Ndrangheta, retata politici: arrestato capogruppo PD”

  1. Eh, FdI. Per quanto la povera Giorgia sia una figura rispettabile temo che questi fasci abbiano bisogno di una purghetta. A me sembrano un crogiolo di vecchi arnesi, con vizi che svariano fra il vecchissimo e il nuovissimo.
    Sarebbe opportuno purgare ora prima che prendano il 10% alle politiche, in modo da non ritrovarsi con vecchi arnesi che regalano poltrone a degli ignoranti.
    Se lo faceste vi sarei così grato da rendervi la tessera del fronte della gioventù firmata da Fini.

  2. L’iscrizione anagrafica avvenuta
    “d’ufficio” ci ribadisce, casomai ce ne fosse bisogno, che é in atto un colpo di stato.
    Questo è il secondo, ricorderemo che Berlusconi, senza un valido motivo, era stato sollevato dalla posizione alla quale il popolo nelle urne alla quale lo aveva designato.
    I magistrati ormai cancellano la costituzione e hanno la facoltà di cambiarla, legiferando a loro piacimento, qua non siamo più nell’ordine di idea che la legge può venire interpretata..
    secondo giustizia! Quello doveva essere… Su altri siti avevo sollevato polemiche prima d’ora in quanto questa interpretazione spesso era assai distante dai canoni previsti.
    Il popolo è assolutamente anestetizzato e quando si risveglierà da questi interventi (se si risveglierà!) Sarà in un mare marrone. In tutti i sensi.

  3. Ecco, leggo ora più attentamente, hanno ipotizzato il reato da me citato qualche giorno fa. Concorso esterno di stampo mafioso. Purtroppo é solo l’ipotesi di quello che si potrebbe configurare nell’aula del tribunale ma poi faremo i conti con l’amico porporino-kalergiano il quale farà cadere tutte le accuse e i banditi liberi come sempre.

Lascia un commento