Immigrati incendiano centro accoglienza perché il barbiere è in ritardo!

Condividi!

Materassi dati alle fiamme, gli arredi devastati: è esplosa la violenta protesta al Centro di Permanenza per il Rimpatrio (Cpr) di Torino, dove sono ospitati 142 clandestino in prevalenza provenienti dal Nord Africa.

VERIFICA LA NOTIZIA

La protesta è divampata a causa dei “ritardi nel servizio di barberia lamentati dagli ospiti del Cpr”.

Dopo avere incendiato gli arredi, i clandestini in attesa di essere rimpatriati hanno assalito gli agenti intervenuti per sedare la bizzarra sommossa, bersagliandoli con un fitto lancio di oggetti.

Del resto, come mostra la foto in alto, hanno il vizio di bruciare i centri.

Servizio di barberia in un centro espulsioni? Ma siamo impazziti? Appena entrano vanno rasati e dotati di una tuta arancione.




5 pensieri su “Immigrati incendiano centro accoglienza perché il barbiere è in ritardo!”

  1. Matteo, la gente è stufa. Tu, anche se non sei lo sposo promesso, non vuoi che per disperazione ti abbandonino e votino Giorgia.
    Pensaci velocemente oppure non farai il botto sperato e presto verrai sostituito.

  2. Ve la prendete con Salvini?Guardate che noi sappiamo,ma al 90%della popolazione non arriva nulla,tutto nascosto…tutto!!!Dicono che siamo paranoici,che abbiamo la “percezione”di insicurezza…poi l’oblio dei media chiude il cerchio.

Lascia un commento