Chi ‘salva’ i clandestini se li deve portare a casa

Condividi!

Come abbiamo già scritto, l’equipaggio del peschereccio italiano che ha di fatto imposto lo sbarco di 50 clandestini in Italia, è stato premiato dall’ong di Casarini con 10mila euro in contanti:

Peschereccio che ha traghettato 50 clandestini in Italia premiato con 10mila euro da ONG

Ovviamente, lo abbiamo già scritto, ‘non era stato pattuito prima’. No.

E il comandante del peschereccio fa l’umanitario:

E’ troppo comodo ‘salvare’ clandestini e poi scaricarli sul groppone agli altri. Vuoi fare il buon samaritano? Te li porti a casa. Lo fai fino in fondo. Non fai lo splendido e poi, tanto, saranno gli altri a mantenere i clandestini che, ripetiamolo: non sono naufraghi, ma ricchi signori che consapevolmente si sono messi in viaggio con l’idea di violare la legge italiane e il nostro territorio.

Li ‘salvi’? Poi li riporti indietro. O te li porti a casa.




2 pensieri su “Chi ‘salva’ i clandestini se li deve portare a casa”

  1. Purtroppo casa “sua” presumo sia in Italia equindi è anche casa mia e non sono d’accordo sul fatto ce debbano rimanere. Se Salvini avesse fatto il suo dovere (quello per cui lo paghiamo!!!) ora sarebbero già sulla strada del ritorno.

Lascia un commento