Sanchez bocciato, niente governo di sinistra: Spagna torna al voto

Condividi!

Del resto lo schieramento di sinistra non aveva la maggioranza nella popolazione, solo la legge elettorale l’ha trasformata in una presunta maggioranza di seggi.

Il leader socialista Pedro Sanchez non
ha ottenuto la maggioranza necessaria
per ottenere l’incarico a formare un
nuovo governo in Spagna nel secondo
voto al congresso.

Ottenendo 124 voti a favore e 156 con-
trari, con 66 astenuti, ha perso l’in-
vestitura a premier.

Cruciale l’astensione di Podemos di Pa-
blo Iglesias, con il quale non è stato
raggiunto un accordo per un governo di
coalizione delle forze di sinistra,
nonostante gli intensi negoziati.

Ora la Spagna torna al voto.




Lascia un commento