AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Lucano rivendica: “Rifarei quei reati, non mi pento”

Vox
Condividi!

Mimmo Lucano rompe il silenzio, accusa: “Contro di me una macchina del fango costruita ad arte per denigrarmi”.

“Vuoi che in vent’anni di attività non ci siano stati errori?. Non mi pento, rifarei alcuni reati. Rifarei esattamente le stesse cose!”, dice Lucano, mostrando spregio della legge. “Sono orgoglioso di aver sbagliato”.

“Il modello fa paura e le intercettazioni sono state manipolate per distruggere un progetto famoso nel mondo.”

Vox

E’ chiaro che siamo in presenza di un personaggio in pieno delirio egomaniaco. E’ talmente preso da se stesso da credere in quello che dice.

Lucano, voto di scambio: soldi degli italiani in cambio di voti