Così il PD sponsorizzava il “metodo Bibbiano”: “La Cura”

Condividi!

Archiviato qui: http://archive.is/L6fM9

https://web.archive.org/save/https://robertamori.it/2016/09/26/la-cura-a-misura-di-bambine-e-bambini/

(Bibbiano, 24 settembre 2016) Grazie ad un vero e determinato lavoro di squadra oggi apre “La cura”, lo spazio dedicato ai minori vittime di abusi e violenze voluto dall’Unione Comuni Val d’Enza, Ausl reggiana e associazione “La casina dei bimbi”. Questo spazio integrato a servizio di bambini e bambine vittime di abusi nasce dall’esperienza agita su casi concreti e dai molteplici bisogni che ne sono scaturiti; bisogni che sono stati oggetto di una specifica audizione in Commissione assembleare Parità e Diritti delle Persone dove, insieme al Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza, si focalizzò la necessità di mettere a sistema un esempio virtuoso di gestione di casi così delicati e drammatici.

Per costruire la struttura sperimentale ci sono voluti due anni. A fronte dell’impegno mantenuto grande è la soddisfazione del Sindaco Andrea Carletti, del presidente dell’Unione Paolo Colli, della direttrice del distretto sociosanitario Sonia Gualtieri. Presenti all’inaugurazione anche la deputata Vanna Iori, la presidente di Casina dei Bimbi Claudia Nasi e Federica Anghinolfi, responsabile dei Servizi sociali della Val d’Enza, a cui va un ringraziamento speciale per la dedizione di tutte le operatrici e operatori. Come ha rimarcato il Sindaco «crediamo che sia possibile sviluppare e incentivare la capacità dei bambini di guarire e liberarsi dalle violenze subite. E crediamo che questo si possa fare solo attraverso una rete di differenti professionalità specifiche, che scelgono di collaborare». Da oggi i bambini e le bambine hanno a disposizione un luogo dove trovare una risposta specialistica di tipo psicologico, medico e legale, un presidio di protezione e cura a 360°.

No, la cura era a 90°.

Mori, consigliere del Pd in Regione Emilia Romagna, aveva invitato la ‘ladra di bambini’ per un’audizione pubblica sul tema. Ed è anche la relatrice della legge bavaglio in approvazione che, di fatto, vuole impedire le critiche a quel mondo di attivismo gay che ha rubato i bambini di Bibbiano:

Insabbiano scandalo Bibbiano: legge bavaglio da consigliere PD vicina a ladra di bambini




Un pensiero su “Così il PD sponsorizzava il “metodo Bibbiano”: “La Cura””

  1. Ho un bellissimo CV, mi offro come “curatore” di omosessuali.
    Voglio un contratto a tempo indeterminato e non mi potete dire di no. Accetto un classico periodo di prova di 180 giorni.
    Giuro che non ne toccherò direttamente nessuno.

Lascia un commento