Maxi yacht sperona barca clandestini, ma era vuota…

Condividi!

Simboli. Nel pomeriggio al porto turistico di Santa Maria di Leuca, marina di Castrignano del Capo in provincia di Lecce, un maxi yacht di 40 metri è andato a schiantarsi contro la banchina, distruggendo una barca a vela lì ormeggiata perché in attesa di essere demolita. Su quella barca a vela erano arrivati mesi addietro alcuni clandestini.

L’impatto è avvenuto sotto gli occhi increduli di numerosi diportisti. A bordo del grande yacht battente bandiera portoghese, che stava facendo la manovra di attracco a una delle banchine, c’era un gruppo di turisti stranieri. Pare che a causare l’impatto sia stato un guasto improvviso al sistema elettrico, che ha reso la barca ingovernabile. In realtà i motori sono stati posseduti dallo spirito di Kek che si sta allenando a speronare i clandestini.

Sul posto sono intervenuti gli uomini della Guardia Costiera di Leuca a cui sono affidate le indagini sull’incidente.

Dove sono i maxi yacht quando c’è Carola?




Lascia un commento