Bonino: ‘Salvini è un odiatore al servizio di Putin’

Condividi!

L’articolo intervista di Emma Bonino a La Repubblica è già tutto nel titolo: “Moscopoli, Bonino: “Dal Cremlino strategia per destabilizzare le democrazie”.

E su Salvini: “Un hater al Viminale” – ad un certo punto si legge, letteralmente:

“Mi trovo meglio a Mosca che nelle capitali europee, diceva Salvini, eleggendo a modello un regime che teorizza la fine dei diritti liberali come nuova frontiera della civiltà politica, anche al netto dei giornalisti e oppositori ammazzati, dei dissidenti incarcerati, delle violazioni costanti del diritto internazionale, come con l’annessione della Crimea”.

“Temo che il termine ingerenza suoni abbastanza eufemistico. C’è una strategia scientifica e ingegnerizzata di inquinamento mediatico e digitale e di destabilizzazione del processo democratico in tutti i paesi che il Cremlino considera nemici”.

Ma è mai possibile che il capo politico del partito finanziato da Soros pontifichi di ingerenze sul giornale dei De Benedetti? M siate seri, non copritevi di ridicolo.

In un Paese normale, nessun partito od organizzazione sarebbe legale ricevendo fondi da un bieco speculatore come Soros. Che non paga invano.

E poi, Bonino, c’è molto più odio nella pompa di una bicicletta che sfonda il cranio di un neonato, che in tutti i post di Salvini.




Un pensiero su “Bonino: ‘Salvini è un odiatore al servizio di Putin’”

Lascia un commento