Boldrini fa ‘querelare’ Meluzzi dal suo collaboratore: “Lei è troppo impegnata”

Condividi!

La Boldrini non si degna di scrivere personalmente i tweet, per lei lo fa un ‘collaboratore’ che, immaginiamo, venga pagato dai contribuenti:

E’ talmente impegnata in aula, la Boldrini, da non potere digitare due parole su Twitter e utilizzare un portaborse per annuncia una querela contro Meluzzi.

Una querela per avere condiviso un articolo di altri. Il che è ridicolo.

Ma poi, siamo sicuri che l’articolo sia una ‘bufala’?

A noi pare più un’interpretazione non troppo lontana delle parole di sua ambiguità Boldrini.




2 pensieri su “Boldrini fa ‘querelare’ Meluzzi dal suo collaboratore: “Lei è troppo impegnata””

  1. la perversione ideologica della #Boldrini che arriva a querelare #Melluzzi: perché la sua democrazia è un pensiero massimalista nazi-comunista che non vede i genocidi della sharia di 1400 anni fa come tutt’oggi! tutta la LEGA ARABA nega i diritti umani ma, lei se ne è accorta?

Lascia un commento