Il partito degli immigrati chiede a Facebook di chiudere Salvini: “Incita all’odio”

Condividi!

Non solo Carola Rackete e la sua ong di trafficanti umanitari, anche il partito degli immigrati chiede a Facebook di chiudere le pagine di Salvini e della Lega.

Nasce il partito degli immigrati contro gli italiani

Cara Italia, il movimento pro-immigrati, lancia una campagna in cui chiede a Facebook di chiudere le pagine di Matteo Salvini, il vice premier e ministro dell’Interno e le pagine della Lega.

In un video messaggio, Stephen Ogongo, fondatore e Coordinatore del partito dice: “Facebook rischia non solo di essere considerato complice di chi promuove l’odio, ma anche di essere considerato un’azienda che guadagna su questo tipo di contenuto.”

“I dirigenti di Facebook devono assumersi la responsabilità di pulire il Facebook dalle pagine e utenti fomentatori di odio o di hate speech – dice Ogongo – Se non lo fanno, Facebook rischia davvero di essere considerato il complice di neo fascismo emergente.”

Come direbbe Trump: non ti va bene l’Italia? Torna nel tuo fottuto paese. Anzi, tornaci lo stesso.




3 pensieri su “Il partito degli immigrati chiede a Facebook di chiudere Salvini: “Incita all’odio””

Lascia un commento