Ebola dilaga in Congo: Oms dichiara “emergenza sanitaria internazionale”

Condividi!

Avanza inarrestabile l’epidemia di Ebola nella Repubblica democratica del Congo. Ieri l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha deliberato lo stato di ‘Emergenza Internazionale di Salute Pubblica’. Secondo l’Oms è “una emergenza sanitaria pubblica a livello internazionale”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il massimo livello di allarme dell’organismo arriva al termine di una riunione di emergenza di esperti dopo i primi casi di Ebola individuato a Goma, città con due milioni di abitanti a ridosso del confine con il Ruanda.

Al momento sono 2.512 i casi di ebola (2.418 confermati e 94 probabili) con 1.676 morti.

Proprio a Goma, dove un primo caso è stato individuato domenica, ci sono ormai già 22 persone che potrebbero essere state contagiate.

Ovviamente, visto che l’OMS è organo politico e non sanitario, non vengono raccomandate restrizioni sugli spostamenti: “Nessun paese deve chiudere le frontiere o porre restrizioni ai viaggi e al commercio”, dice l’Oms.

Infatti, quando c’è un’epidemia in corso, cosa c’è di meglio di fare muovere liberamente gli infetti? Ormai si piega tutto all’interesse di pochi e al culto del politicamente corretto.




6 pensieri su “Ebola dilaga in Congo: Oms dichiara “emergenza sanitaria internazionale””

Lascia un commento