Johnny Clegg, oppositore dell’apartheid, muore a 66 anni in Sudafrica

Condividi!

Il cantore di Nelson Mandela è morto. Jonathan Clegg ha segnato la storia contemporanea del Sudafrica attraverso le sue canzoni, la contaminazione di suoni e ritmi africani nel pop. Ardente oppositore del governo democratico dell’Apartheid e difensore della cultura africana, venne soprannominato “lo zulu bianco”, è morto lunedì delle conseguenze del suo cancro all’età di 66 anni.

Altri suoi compagni di lotta sono morti nelle violenze quotidiana dei neri contro i bianchi, morti più poetiche della sua.

Perché, ricordate, le civiltà superiori non crollano per attacchi esterni, ma per tradimenti interni. In questo caso la debolezza era la minoranza di bianchi anglofoni che hanno minato la solidarietà etnica boera, fino alla dissoluzione.




3 pensieri su “Johnny Clegg, oppositore dell’apartheid, muore a 66 anni in Sudafrica”

  1. Infatti, ho scoperto da un altro sito che il signorino era Ebreo, quindi piu che di Zulu bianco bisognerebbe parlare di Zulo circonciso. Vox deve dire la religione di origine di tutti senza distinzione, senno’ e’ autocensura.

Lascia un commento