Italia in fuga da Bergoglio: perde 2 milioni di donatori

Condividi!

Negli ultimi sette anni la Chiesa ha perso 2 milioni di contribuenti. Quasi tutti concentrati durante il pontificato di Bergoglio.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’otto per mille vede il crollo degli introiti dagli ultimi dati sulla ripartizione delle somme prelevate dall’Irpef, resi noti dal Dipartimento delle Finanze.

E i soldi distribuiti nel 2019 riguardano i redditi del 2015. Quindi prima del grande scontro con Salvini. Si prevedono tempi grami per la Chiesa Spa.

Su un totale di circa 40,8 milioni di contribuenti, il 43% ha indicato la propria preferenza, mentre il 56 e rotti per cento non ha indicato alcunché. Ecco, su 40,8 milioni di italiani, 14 (pari al 35,3% dei contribuenti) hanno scelto la Chiesa Cattolica. Bene, nel 2010 la Chiesa fu scelta da 15,6 milioni di italiani, ovvero dal 36,6%.

Già oggi, se la legge fosse corretta, il Vaticano prenderebbe ‘solo’ 1/3 dell’8 per mille e non, come accade, quasi l’80 per cento.




Lascia un commento