Immigrati bloccano traffico perché piove: auto ferme, cassonetti vandalizzati

Condividi!

Una parte dei migranti ha anche tentato di occupare un edificio abbandonato in piazza Battaglione Alpini, ma alla fine sono stati “dissuasi” da polizia e carabinieri. Durante gli spostamenti in città hanno vandalizzato l’arredo pubblico, rovesciando i cassonetti per la raccolta differenziata del vetro.

Gli stagionali hanno protestato perché piove, esigono un posto al chiuso a spese dei contribuenti perché vivono lungo il viale del Foro boario senza alcun tipo di protezione dalle intemperie. Dopo giorni di bel tempo e caldo, in queste ultime quindici ore sono rimasti sempre alla pioggia battente. Come se fosse un ‘dovere’ dei contribuenti dare alloggio a chi lavora per sfruttatori: vuoi assumere un immigrato a quattro soldi? Paghi l’alloggio. Troppo comodo privatizzare gli utili e nazionalizzare le spese.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il gruppo composto da decine di cosiddetti “stagionali della frutta” ha dato vita nel primo pomeriggio ad una protesta illegare a Saluzzo, bloccando anche il traffico per mezz’ora in corso Mazzini all’altezza di piazza Cavour.

Poi si sono riuniti alla rotonda all’incrocio tra via Roma e via Peano, hanno bloccato ancora una volta la viabilità e alla fine sono tornati verso l’area del Foro boario.

Nel primo pomeriggio c’è stato anche qualche momento di tensione, poi risolto con un colloquio con responsabili delle forze dell’ordine. Perché loro possono chiudere le strade e non li manganellano. Tutto perché, addirittura, raccolgono la frutta per quattro euro espellendo i giovani italiani da questo mercato del lavoro.

Saluzzo: città assediata da raccoglitori di frutta




Un pensiero su “Immigrati bloccano traffico perché piove: auto ferme, cassonetti vandalizzati”

Lascia un commento