Germania esige meccanismo per distribuire clandestini delle sue Ong in Europa

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas sostiene la necessità di “un meccanismo vincolante di ripartizione dei profughi per porre fine al mercanteggiare sulle vite umane”. Entro questa settimana.

La Germania sarebbe “pronta a garantire di accogliere sempre una quota fissa dei migranti” prelevati dalle sue ong nel Mediterraneo.

Il portavoce della cancelliera tedesca Angela Merkel in conferenza stampa a Berlino ha detto che quello di Maas «è un passo verso una soluzione per tutta la Ue. La situazione non è sostenibile». Il ministro tedesco per gli Affari europei Michael Roth, al suo arrivo al consiglio Ue, ha invece commentato il piano rilanciato dal ministro italiano Enzo Moavero Milanesi, di cui ha trattato il Corriere della sera in particolare e che prevede zone franche di approdo, corridoi umanitari, accordi con i Paesi di origine e transito: «Sono veramente grato per il ruolo molto costruttivo e responsabile del ministro degli Esteri italiano. Ma ho l’impressione che soluzioni che non sono di immediata applicazione, non ci portino sostanzialmente molto avanti».

E’ sempre più chiara la missione delle ong tedesche nel Mediterraneo: testa di ponte dell’invasione. Secondo il piano tedesco i clandestini verrebbero poi scaricati tutti in Italia e, successivamente, sparpagliati su tutto il territorio europeo.

E’ una proposta folle. I clandestini, perché di questo si tratta, non vanno ‘ricollocati’, vanno rimandati in Africa. Siamo in presenza di un business che uccidi solo eliminando la possibilità di arrivare in Europa.

Del resto l’Italia, da sola, ha già quasi azzerato gli sbarchi, non è il caso di mettere a rischio tutto questo. La Germania vuole immigrati? Se li vada a prendere e poi lo spieghi ai propri cittadini.




2 pensieri su “Germania esige meccanismo per distribuire clandestini delle sue Ong in Europa”

  1. tanto meglio , gli aerei saranno a disposizione degli immigrati , terroristi compresi ; e quando arrivano si faranno ancora alcune ore di viaggio in firts class fly fino ad Hamburg o Berlin , in Italia non sono i benvenuti .

Lascia un commento