Rom pesta benzinaio che finisce in coma, rilasciato dopo confessione

Condividi!

Il gestore dell’Ip di Cologna Spiaggia, frazione sul mare di Roseto degli Abruzzi (provincia di Teramo) è stato colpito da un pugno in faccia, è caduto e ha battuto con violenze la testa. È in coma. L’aggressore, G.D.G un 38enne rom, dopo aver confessato davanti al pm di turno, è stato rilasciato.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ stato aggredito nel piazzale del suo distributore di benzina a Cologna spiaggia, intorno alle 11 di oggi sabato 13 luglio. Una discussione con un cliente, per futili motivi, ha avuto un epilogo drammatico. Il gestore dell’Ip, G.P., 50 anni, di Mosciano, ha preso un pugno in faccia, ha perso l’equilibrio, è caduto e ha sbattuto la testa. Mentre l’aggressore fuggiva, è stato chiamato il 118 e il benzinaio, che era vigile, è stato portato al Pronto soccorso di Giulianova per controlli. Qui le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate e ha perso conoscenza.




Lascia un commento