Le mail di SeaWatch alla Francia: richiesta sbarco ignorata da Macron

Condividi!

La Francia premia le capitane scafiste Rackete e Pia, invoca l’apertura dei porti italiani, definisce una “persecuzione” il trattamento italiano della Sea Watch 3, finanzia una nave nuova per l’ong francese Méditerranée.

Ma prima di passare 17 giorni al largo delle coste italiane, come già rivelato, la scellerata Rackete, dopo il rifiuto di Tripoli e Tunisi, aveva provato a chiedere altri porti di sbarco.

Ci sono anche due mail inviate al Mccr di Roma che coordina i soccorsi nel Mediterraneo.

I messaggi risalgono alle 19,07 del 24 giugno e alle 22,57 del 25, prima di violare le acque italiane con l’avallo delle deputate Pd.

“Ho inviato numerose richieste di POS a Malta e alla Francia e ho provato a coinvolgere gli Stati di bandiera nel coordinamento del POS. Finora nessun risultato”, scrive la comandante della Sea Watch 3 nella prima email. “Le nostre richieste di POS inoltrate a Malta sono state declinate, quelle inviate alla Francia rimaste senza risposta”.




Lascia un commento