Volvo lascia la Svezia: “Troppi criminali”, aveva ragione il Tg2

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Quando un paio di mesi fa il Tg2 fece un ottimo servizio che svelò al grande pubblico i disastri dell’immigrazione in Svezia, l’ambasciata svedese in Italia, subito spalleggiata dai soliti depositari della verità secondo loro, si scatenarono in un attacco contro la redazione:

Svezia contro il Tg2, perché dice la verità

Ieri l’amministratore delegato di Volvo ha annunciato la probabile fuga della società dalla Svezia a causa dell’ormai crimine dilagante.

Parlando al giornale Svenska Dagbladet, il CEO di Volvo Samuelsson ha spiegato che per l’azienda è sempre più difficile assumere top manager e ingegneri altamente qualificati, perché questi non vogliono trasferirsi in Svezia, a causa del dilagare del crimine.

In compenso possono assumere operai low-cost al posto dei propri cittadini: l’immigrazione è un gatto che si mangia la coda. Il gatto alla fine mangia se stesso senza rendersene conto.

Chissà se ora l’ambasciata svedese in Italia se la prenderà anche con il CEO di Volvo.

Ormai gli attacchi con bombe molotov sono all’ordine del giorno in Svezia. Il governo nasconde i dati del crimine importato, ma la gente lo vive sulla propria pelle.




3 pensieri su “Volvo lascia la Svezia: “Troppi criminali”, aveva ragione il Tg2”

Lascia un commento