Banca Etica finanzia il traffico di clandestini: l’Italia presenti il conto

Condividi!

Per una banca che si definisce ‘etica’, non è il massimo finanziare di fatto il traffico di clandestini verso l’Italia.

Nel porto di Napoli, 1449 migranti sbarcano dalla nave “VOS Prudence” gestita dall’ONG Medecins Sans Frontieres (MSF).
In the Naples harbor, 1449 Migrants disembark from the “VOS Prudence” ship run by the NGO Medecins Sans Frontieres (MSF).

Tra gli obblighi di una banca etica vi sono i seguenti:

Eticità degli impieghi finanziari: le somme raccolte vengono impiegate solo per finanziare iniziative di carattere etico

Non sapevamo che il traffico di clandestini fosse una ‘iniziativa etica’.

Probabilmente è un investimento, visto che Arci, una delle associazioni impegnate, fa soldi (tanti soldi) con l’accoglienza ed è uno dei clienti di Banca Etica.

Proprio Arci, che raccoglie il 5 per mille per conto di Mediterranea, visto che quest’ultima non ha i permessi per farlo, e poi finanzia l’ong che rifornisce sedicenti onlus come Arci di clandestini: vi sembra normale?

La decisione di Banca Etica di sostenere l’Ong, non è piaciuta a soci e correntisti. “Mi spiace molto ma non sono per nulla d’accordo con questo tipo di finanziamenti – scrive Paolo sul sito – avreste dovuto almeno metterlo ai voti e vedere se la maggioranza dei soci era d’accordo o meno, davvero una grande delusione”. Bruno, invece, in qualità di “correntista di vecchia data e piccolissimo azionista” ha espresso la sua “totale disapprovazione per questa decisione”. E ancora: “Come correntista considero questo finanziamento estremamente rischioso. Come cittadino lo considero una scelta politica”, scrive Gian Paolo. Laura insiste: “Non trovo corretto esporre i correntisti e i soci a rischi il cui presupposto è ideologico. La banca non è un ente caritatevole. Se il crowdfunding era ritenuto sufficiente a finanziare il progetto, se ne dovevano attendere gli esiti”. Per Antonluigi, invece, sarebbe stato più “coerente” con lo scopo della banca “generare valore nei paesi di partenza” anziché prestare soldi a Mediterranea. “Mi pare un’iniziativa politica, non economica – conclude l’utente – Se Banca Etica vuole cominciare a fare politica lo dica chiaramente. Io e mia moglie, correntisti e azionisti, faremo le nostre valutazioni”.

Questo traffico di clandestini finanziato da Banca Etica è già costato all’Italia diversi milioni di euro. Ovvero le spese per il mantenimento degli immigrati traghettati in Italia dagli scafisti umanitari di Mediterranea. Sarebbe il caso di presentare il conto a questa banca.




Un pensiero su “Banca Etica finanzia il traffico di clandestini: l’Italia presenti il conto”

Lascia un commento