Piano tedesco: portare clandestini in Italia senza il nostro consenso

Condividi!

Gerd Muller, Ministro per lo Sviluppo tedesco, in un’intervista al quotidiano Neue Osnabrücker Zeitung, ha lanciato un appello all’Unione europea per un una nuova missione di navi Ue che affianchino le Ong: “È necessaria un’iniziativa umanitaria congiunta dell’Europa e delle Nazioni Unite per salvare i rifugiati sul suolo libico. La nuova Commissione europea deve agire immediatamente, non possiamo aspettare un giorno di più“.

VERIFICA LA NOTIZIA

Alla nuova presidente dell’esecutivo UE – la neoeletta tedesca Ursula von der Leyen – il Ministro ha fatto pressione affinché si avvii un nuovo programma di traghettamento nel Mediterraneo centrale, riportando in mare le navi di soccorso dell’Unione europea, anche senza un accordo tra gli stati.

“La nuova Commissione europea deve avviare una nuova iniziativa anche qui per sostenere gli Stati mediterranei e non può più attendere l’accordo di tutti i membri dell’Unione”, ha aggiunto Muller, paventando un’azione eversiva contro le sovranità nazionali. Quella italiana, visto che, come ricorderete, la missione Sophia prevedeva che tutti i clandestini venissero scaricati in Italia:

Solo pochi giorni fa, il Ministro degli Interni tedesco, Horst Seehofer, aveva chiesto a Salvini di riaprire i porti.

C’è un piano tedesco per destabilizzare l’Italia attraverso l’immigrazione di massa:

Trenta ha nostalgia di Sophia: ha scaricato 50mila clandestini in Italia

La cosa inquietante è che la Trenta la pensi come la Germania.




3 pensieri su “Piano tedesco: portare clandestini in Italia senza il nostro consenso”

  1. basta mettere tutti i clandestini che arrivano e quelli che ci sono in italia alle frontiere tedesche e francesi, così vediamo se ci rompono ancora i coglioni, tanto i migranti clandestini non vogliono restare in italia quindi facilitiamogli l’espatrio

Lascia un commento