La legge contro gli italiani: Pd consegna la Toscana agli immigrati

Condividi!

Eversiva, così è stata definita dal Viminale la proposta di legge regionale portata oggi davanti al Consiglio regionale della Toscana dal Pd.

VERIFICA LA NOTIZIA

Una pioggia di soldi che punta ad aggirare il decreto Sicurezza: cibo, scuola e sanità gratis a tutti gli immigrati, anche quelli clandestini.

Il tentativo, illegale, di aggirare una legge dello Stato, voluta dall’80 per cento degli italiani che sperpera i fondi pubblici regionali a danno dei cittadini toscani. Il Pd fa insomma la ‘secessione’ a favore degli immigrati. Non vuole l’autonomia locale che premia i cittadini, la sfrutta, in malo modo, quando significa dare prebende a clandestini e coop di partito.

Toscana, Pd toglie 4 milioni di euro ai cittadini e li dà agli immigrati

La seduta del Consiglio regionale della Toscana si è aperta con la protesta della Lega all’approvazione della legge regionale 333 che destina 4 milioni di euro agli immigrati irregolari. I sette consiglieri leghisti si sono presentati in Aula indossando la maglietta “Prima i Toscani” e hanno accusato il governatore Enrico Rossi di voler far diventare la Regione “il più grande campo profughi d’Italia” concedendo, appunto, finanziamenti a pioggia alle cooperative “senza un vero sistema di premialità per le strutture meritevoli e virtuose”. Per bloccare il via libera alla norma hanno anche presentato 1.200 emendamenti e una trentina di ordini del giorno che sono stati, poi, sottoscritti da Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Una mossa politica per contrastare la linea dura di Salvini e ridare fiato al business dell’accoglienza a favore delle cooperative rosse, che dopo anni d’oro, sono ora alla canna del gas: e si sa che poi finanziano il PD.

“Purtroppo – fa notare il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella – l’ideologia, a sinistra, prende sempre il sopravvento sulla realtà”. La legge offre, infatti, a tutte le persone prive del permesso di soggiorno l’accesso alle “cure ambulatoriali e ospedaliere urgenti o essenziali”, alle “prestazioni socio-assistenziali” (comprese le sistemazioni temporanee di accoglienza) e, per i minori, all'”istruzione obbligatoria e ai servizi per l’infanzia”.




2 pensieri su “La legge contro gli italiani: Pd consegna la Toscana agli immigrati”

  1. Guardate che se si “autoconcentrassero” da qualche parte per tutta una serie di svariati motivi ne avremmo vantaggi sia tattici che strategici. Poi, se qualche governatore sveglio organizzasse dei torpedoni di bangla e simili che non vedono l’ora di mangiare lampredotto la cosa prenderebbe una piega tale da ridurre le dimensioni dello scontro fisico ad un’area geografica accettabile e a livello politico sarebbe solo l’ennesimo suicidio di sinistra.

Lascia un commento