Libia scarcera 350 clandestini di Tajoura: niente liberazione di massa

Condividi!

Il governo del premier Fayez al-Sarraj ha liberato e contestualmente espulso i 350 clandestini detenuti nel centro di Tajoura, quello colpito la settimana scorsa da un raid pro-Ong dell’aviazione del generale Khalifa Haftar, che causò 53 morti.

Smentita così la liberazione di massa delle migliaia di clandestini detenuti nelle carceri libiche.

I clandestini saranno assistiti dall’Onu. Così dice l’Onu. Probabilmente saranno in prima fila nel programma di rimpatri.




Lascia un commento