Scandalo ‘PDofili’, governo rimuove il sindaco di Bibbiano

Condividi!

Quello che è stato ribattezzato dai social “scandalo PDofili” ha travolto il primo cittadino di Bibbiano.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il prefetto di Reggio ha infatti sospeso il PD Andrea Carletti dalla carica di sindaco, di consigliere provinciale e dalla delega al welfare che aveva nell’Unione Comuni Val d’Enza.

Assume la carica di sindaco la sua vice Paola Tognoni (forse sarebbe stato meglio nominare un commisario), che già aveva svolto questo ruolo dal momento in cui Carletti era finito agli arresti domiciliari. Qualora a Carletti venissero revocati gli arresti, potrebbe nuovamente comunicare e muoversi e dunque continuare a fare il sindaco dato che non si è mai dimesso. Il suo difensore avvocato Giovanni Tarquini ha intenzione di fare ricorso dopo che ieri il giudice delle indagini preliminari Ramponi ha confermato il provvedimento cautelare che impedisce al sindaco di uscire di casa e di comunicare con l’esterno.

Il decreto prefettizio risale ad inizio settimana ma la notizia si è diffusa solamente ieri.




Lascia un commento