Traghetto Grimaldi in avaria per ore: “Fossimo stati clandestini ci avrebbero soccorso subito”

Condividi!

Un traghetto Grimaldi, che utilizza equipaggio quasi esclusivamente di extracomunitari, per risparmiare, salpato da Salerno con direzione Catania, è rimasto fermo per molte ore in mare aperto.

VERIFICA LA NOTIZIA

Un viaggio di vacanza si è trasformato in un’odissea per i 250 passeggeri a bordo (tra cui molti bambini), che hanno vissuto ore di paura e disagio.

La nave, infatti, è priva di aria condizionata, ha tutti i servizi igienici e sanitari fuori uso e la temperatura nelle cabine è ormai elevatissima. E oltre a tutto questo, i viaggiatori lamentano una totale mancanza di informazioni circa la situazione: “Abbiamo paura, non riceviamo alcuna assistenza né informazioni dall’equipaggio o dal comandante”. E ancora: “Se fossimo stati immigrati su un barcone ci avrebbero assistiti subito…”.

Grimaldi e Del Rio: alleanza per sostituire i marittimi italiani con immigrati

Si tratta del traghetto “Egnazia” della compagnia Grimaldi, protagonista della traversata infernale. A bordo, peraltro, come scrive Repubblica, ci sono anche due giornalisti del giornale fondato da Eugenio Scalfari, in viaggio con i figli, che raccontano: “Le cabine sono dei forni, non c’è aria condizionata, non c’è acqua e non è possibile usare i bagni. La nave è partita all’una e un quarto con tre ore di ritardo: all’inizio navigavamo abbastanza velocemente ma alle due mezzo il traghetto sembrava già fermo. L’equipaggio ha detto che si procedeva molto lentamente. Alle 4 c’è stato un black out e da quel momento ci siamo fermati completamente. Ci sono state proteste e tensioni: abbiamo chiesto di tornare a Salerno visto che era il porto più vicino nonostante fossero trascorse diverse ore, e la nave non era in condizione di viaggiare. Ma niente, alle 4.30 la nave è ripartita verso Catania: l’equipaggio ci ha detto che solo uno dei 4 motori era in avaria. Il comandante non ha voluto incontrare i passeggeri, nessuno ci ha fornito informazioni sulla posizione”.

Il traghetto è poi arrivato in porto.

Grimaldi a caccia di marittimi extracomunitari per sostituire italiani




2 pensieri su “Traghetto Grimaldi in avaria per ore: “Fossimo stati clandestini ci avrebbero soccorso subito””

Lascia un commento