SeaWatch, Gip pro-Ong di Agrigento indagata per reati di falso e abuso

Condividi!

Ci sono interessanti opinioni sul Gip di Agrigento Alessandra Vella, che poche ore fa ha liberato la capitana tedesca di Sea Watch con una delirante e ideologica decisione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Intanto: il magistrato è stato indagato per avere creato un falso ai danni di un avvocato. La donna avrebbe prodotto un falso verbale, un reato gravissimo. Per ben due volte il Gup si è rifiutato di archiviare l’indagine su di lei.

L’avvocato Giuseppe Arnone, che sarebbe la presunta vittima di questa persecuzione, ne parla in questo video:

Al di là della colpevolezza o meno della signorina Vella, vi sembra normale che ad un giudice invischiato in una vicenda simile, vengano affidate decisioni sulla libertà delle persone e, in questo caso, sulla sicurezza nazionale? A noi no.

Nelle scorse settimane, poi, l’avvocato Giuseppe Arnone, è stato arrestato per aver violato le restrizioni a lui imposte pubblicando sui propri profili social il suo libro “Storie comiche di otto importanti pessimi magistrati”. Tra gli otto anche la ‘nostra’ Alessandra Vella.

Insomma, se prendi per il culo la Vella vai in galera. Se speroni una motovedetta tentando di uccidere cinque militari italiani, lei ti libera.




Un pensiero su “SeaWatch, Gip pro-Ong di Agrigento indagata per reati di falso e abuso”

  1. Aristotele non era un coglione e se per lui le donne erano poco più di un comodino avrà avuto le sue buone ragioni.
    (Per questa dichiarazione verrò bastonato da tutte le donne del mio harem).

Lascia un commento