Le ong dichiarano guerra all’Italia: è terrorismo umanitario

Condividi!

E’ in atto da parte delle Ong un’offensiva contro l’Italia. Attacco che ha avuto il suo punto di svolta con lo speronamento deciso dalla folle capitana a Lampedusa. E che ora prosegue con l’arrivo in zona di due altre navi di ong. Una delle quali illegale, la Open Arms, che ieri ci è già costata 55 clandestini, e l’altra tedesca:

In realtà fare paragoni con maggio di quest’anno è sbagliato. Si deve paragonare giugno con il giugno dello scorso anno.

VERIFICA LA NOTIZIA

Gli sbarchi sono crollati rispetto al 2017, prima di Salvini, di quasi il 97%. E anche rispetto al giugno dello scorso anno, quando Salvini aveva già iniziato a chiudere i porti alle Ong (Aquarius), sono crollati da 3.147 a meno di 1.200.

Quasi tutti gli sbarchi arrivano da altre rotte, come quella turca e sono tipici ed esclusivi del periodo estivo, quindi parliamo di sbarchi in un certo senso ‘residuali’.

Sea Watch, parla senegalese «Carola è brava. Dovete farvi carico di noi» – VIDEO

Certo, se vogliamo azzerarli del tutto, dobbiamo permettere a noi stessi di riportare indietro chi sbarca: un cazzo di senegalese che va in Libia a pagare per farsi portare in Italia va imbarcato sul primo volo per il Senegal. Non deve chiedere asilo e poi aspettare 2 anni in una sorta di centro accoglienza perché qualcuno scopra che non c’è una cazzo di guerra in Nigeria.




Lascia un commento