Sea Watch, Vescovo: “Carola come Garibaldi, intitoliamole porto di Lampedusa”

Condividi!

La capitana della Sea Watch come Garibaldi. A quest’ultimo, braccato dagli austriaci e salvato dai comacchiesi, è stato intitolato Porto Garibaldi, a Carola Rackete dovrebbe essere dedicato il porto di Lampedusa.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ la delirante ‘proposta’ lanciata dal vescovo di Ferrara-Comacchio Gian Carlo Perego, già direttore di Migrantes, il braccio armato dei vescovi nel business dell’immigrazione.

Vescovo paragona i barconi alle foibe

Dopo l’arresto di Carola, che ha sfondato il blocco ed è entrata in porto a Lampedusa speronando una motovedetta delle Fiamme Gialle, il “vescovo dei migranti” ha dichiarato che “disobbedire alla legge per salvare persone è un principio da una parte cristiano, e fondamentale sul piano umano. Ed è quello che ha fatto questa donna comandante”.

Più diventano irrilevanti, più si estremizzano e le sparano grosse. E’ un fenomeno noto. E questo vescovo, quanto ad irrilevanza, non lo batte nessuno:

Ferrara, Lega espugna la città del vescovo degli immigrati che odia Salvini

Perego ha paragonato la terrorista umanitaria tedesca a Garibaldi, braccato come brigante e assassino, che approdò assieme ai suoi nel porto di Comacchio, che vennero accolti, curati e protetti, con i comacchiesi accusati di essere complici di un traditore. Ma, dice Perego, i comacchiesi “hanno scelto la vita delle persone e oggi quel porto è intitolato a Garibaldi”. “Domani il porto di Lampedusa – propone – può essere intitolato alla capitana. Garibaldi assassino e brigante contro lo Stato, oggi è un eroe. Lasceremo alla storia giudicare chi è il vero eroe: se chi chiude un porto e caccia o chi salva la vita delle persone”.

Beh, la storia la scrivono sempre i vincitori.

Poi la conclusione: “Secondo me la capitana ha fatto un atto importante per tutelare la vita delle persone. Il bene superiore della tutela della vita a mio avviso ha portato alla disobbedienza. Poi, certo c’è stato lo speronamento con la Gdf ma sono cose secondarie rispetto all’ elemento fondamentale di vite salvate”.

Sono ‘cose secondarie’.

“Dovete meticciarvi coi migranti”, vescovo contestato dai fedeli




3 pensieri su “Sea Watch, Vescovo: “Carola come Garibaldi, intitoliamole porto di Lampedusa””

Lascia un commento