Guardiola attacca l’Italia per arresto Carola, un altro radical chic col Rolex

Condividi!

Il milionario Guardiola, pagando decine di milioni di euro l’anno per guardare i suoi giocare a pallone su un prato verde da uno sceicco che sfrutta bambini e immigrati negli Emirati, si schiera con la folle capitana.

“Carola Rackete, la mia eroina, è stata arrestata per aver salvato vite nel Mediterraneo. Siamo nella m***a!”.

No, come i tuoi amichetti di Open Arms, che finanzi e di cui pubblicizzi il marchio, ha violato le leggi italiane. Ha speronato una motovedetta italiana.

Un altro radical chic col Rolex. Hanno ragione i castigliani.




Un pensiero su “Guardiola attacca l’Italia per arresto Carola, un altro radical chic col Rolex”

  1. Non e’ da sottovalutare il ruolo del mondo del calcio nell’islamizzazione.Nelle metropoli dove gli sceicchi hanno investito nel calcio casualmente si sono verificati sanguinosi attentati.( Manchester,Parigi,Londra)Probabilmente non finanziano solo la squadra di calcio e il sistema di distrarre la gente lo conoscono bene(panem et circenses).

Lascia un commento