Toghe arcobaleno condannano Silvana De Mari a finanziare il circolo gay

Condividi!

Arriva un’altra condanna per diffamazione per Silvana De Mari, la dottoressa torinese già nella bufera per aver sostenuto che l’omosessualità è contronatura.

Stavolta il medico dovrà risarcire il circolo “Mario Mieli” di Roma di cui aveva parlato in un’intervista al quotidiano La Croce. “Il circolo LGBT di Roma è intitolato a Mario Mieli, cantore di pedofilia, necrofilia e coprofagia”, aveva detto, “Posso assumere che tutti gli iscritti provino simpatia per queste pratiche? O che almeno non ne provino nausea? Posso? E così tutto diventa lecito in quanto non è patologico, non è una malattia”.

Ora il tribunale di Torino ha condannato la De Maria a pagare una multa di mille euro, più il risarcimento dei danni – non ancora quantificati – e le spese legali.




Un pensiero su “Toghe arcobaleno condannano Silvana De Mari a finanziare il circolo gay”

  1. Wow, psicoreato. Ma poi, i froci che leggono “La Croce” per vedere se qualcuno parla male di loro? Comunque la Dottoressa dovrebbe cambiare strategia, più la gente è esposta ai pervertiti al massimo della forma e meno li sopporterà. E siamo già prossimi al punto di rottura. Bastava leggere al tizio de “La Croce” uno scritto di Mario Mieli (ebreo e pederasta, che spettacolo) e non c’era niente altro da aggiungere.

Lascia un commento