SeaWatch, Vescovo elogia speronamento: “E’ un giorno bello”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“C’è voluta una donna tedesca per mettere in crisi e sparigliare le carte al ministro Salvini, una ragazza tedesca dai grandi valori, una donna straordinaria che ha avuto tutto dalla vita e ora dedica una parte della sua vita a chi non ha niente”.

Così padre Alex Zanotelli, fanatico dell’immigrazione, che evidentemente non ha le capacità di comprendere il danno enorme che la sua Carola ha fatto al mondo delle Ong e dell’accoglienza in generale.

“Questa donna meriterebbe un premio Nobel – ha continuato il religioso comboniano – per il suo coraggio di sfidare una legge assurda, cui bisogna disobbedire, perché è un atteggiamento profondamente cristiano la disobbedienza alle ingiustizie, i primi martiri sono morti proprio per questo motivo”. Una martire. Siamo all’eresia.

“Secondo me la capitana ha fatto un atto importante per tutelare la vita delle persone”, è intervenuto monsignor Giancarlo Perego. “Oggi è un giorno bello perché gente che rischiava la vita in mare è potuta approdare”. Alla capitana della Sea Watch potrebbe essere dedicato il porto di Lampedusa, ha proposto l’arcivescovo parlando.

“Carola è una ragazza straordinaria e determinata, la vedo come un testimone di umanità e di diritto, perché c’è un diritto del mare, il diritto fondamentale dell’uomo, che precede le nostre normative”, ha invece affermato don Massimo Biancalani, parroco di Vicofaro (Pistoia). Che vorrebbe lanciare una prelazione su qualcuno dei giovani maschi africani traghettati dalla Sea Watch.

“Accogliere chi si trova nello ‘status’ di migrante o rifugiato è un dovere e un principio fondamentale”, ha dichiarato il patriarca di Venezia Francesco Moraglia. “La risposta alla tragedia umana di interi popoli non può essere quella dei muri, ma quella della politica. Una politica che, una buona volta, voglia affrontare tale vicenda senza pregiudizi ideologici o ingenuo buonismo ma con realismo”.

Ad accogliere la Ong al porto don Carmelo La Magra, il parroco della città siciliana. “Il Natale quando arriva arriva. Benvenuti nel Porto Salvo di Lampedusa”, ha dichiarato.

Anche il presidente della Chiesa evangelica in Germania è intervenuto sulla vicenda della Sea Watch. Il vescovo luterano Heinrich Bedfort-Strohm si è infatti detto “triste e inquieto” per l’arresto della capitana Carola Rackete. E preoccupato per i propri soldi, visto che finanzia la Sea Watch e le altre ong con molti milioni di euro.

Presto capiranno che l’atto di guerra della loro capitana, questa notte, è stato l’ultimo chiodo sulla bara delle ong.

Comunque la Chiesa sta molto male. Perego è già stato ridicolizzato dai cittadini di Ferrara, città di cui è vescovo, che hanno eletto il suo acerrimo nemico Fabbri, leghista anti-immigrazione, come sindaco.




3 pensieri su “SeaWatch, Vescovo elogia speronamento: “E’ un giorno bello””

  1. VOX come fai a scrivere queste cose con la mano ferma ? Io al tuo posto getterei il computer dalla finestra e finirei al neurodeliri. Che gente di merda !! Che spazzatura umana, priva di ogni dignità. Che schifosi ipocriti ! Sanno solo palpare il culo ai cherichetti.

Lascia un commento