Musulmani assaltano commissariato al grido “Allah Akbar”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Assalto in stile militare contro un commissariato di polizia nella zona di Rouen. Decine di giovani musulmani di seconda e terza generazione hanno assaltato la caserma al grido “Allah Akbar”, “Francesi froci” e “Uscite che vi bruciamo”:

Come il giornale francese Figaro descrive la guerriglia islamica:

Verso le due del mattino, decine di individui incappucciati hanno attaccato la caserma lanciando mortai, secondo quanto riferito dalla polizia. Dalle immagini di videosorveglianza che siamo stati in grado di consultare, vediamo due guardie che cercano di contenere l’attacco armato usando gli scudi. I funzionari, svestiti, non sembrano affatto preparati per un tale assalto. Fumo, “elementi pirotecnici” di tutti i tipi e le pietre del selciato vengono lanciati alla polizia.

Secondo le indagini, i perpetratori sono giovani tra i 15 ei 20 anni. Durante l’assalto, molti di loro gridavano “Allah Akbar”, altri insultavano la polizia. Sul posto, sono stati trovati i resti di 115 proiettili.

Così ci vogliono ridurre con i ricongiungimenti familiari e i ‘corridoi umanitari’.




2 pensieri su “Musulmani assaltano commissariato al grido “Allah Akbar””

  1. As the French newspaper Figaro describes the Islamic guerrillas:
    Military-style assault against a police station in the Rouen area. Dozens of young second and third generation Muslims attacked the barracks shouting “Allah Akbar”, “French froci” and “Exit you burn”:
    Around two in the morning, dozens of hooded individuals attacked the barracks, launching mortars, according to police reports. From the video surveillance images that we were able to consult, we see two guards trying to contain the armed attack using shields. The officials, undressed, do not seem at all prepared for such an assault. Smoke, “pyrotechnic elements” of all kinds and paving stones are thrown to the police.
    According to the surveys, the perpetrators are young people between 15 and 20 years old. During the assault, many of them shouted “Allah Akbar”, others insulted the police. On the site, the remains of 115 bullets were found.
    https://unitedwithisrael.org/opinion-the-dangerous-drive-to-correlate-islamophobia-with-anti-semitism/
    So we want to reduce with family reunions and “humanitarian corridors”.

Lascia un commento