Altre 2 Ong verso la Libia: Italia sotto assedio dei terroristi umanitari

Condividi!

Mentre i terroristi umanitari di Sea Watch forzavano il blocco e penetravano in acque italiane, compiendo un gesto illegale e volto a sovvertire non solo la nostra sovranità nazionale, ma anche la scelta di un popolo su quali leggi applicare per l’immigrazione, altre due Ong levavano le ancore verso la Libia:

Ricordiamo che il governo spagnolo ha vietato ad Open Arms di esercitare la professione più antica del mondo nel Mediterraneo Centrale. Ma qui è in atto un piano: chi gestisce e finanzia questi trafficanti di carne umana ha un piano. E vuole metterlo in pratica.

Quella contro le ong non è una semplice questione politica, è una guerra. Vogliono utilizzare i clandestini per sovvertire l’ordine democratico. Sono terroristi, e alla stregua di terroristi andrebbe trattato chi vuole imporre ad uno Stato sovrano, una politica sull’immigrazione contraria a quella decisa democraticamente dagli elettori.

Vanno messi fuorilegge. Non basta un decreto che impedisce lo sbarco, vanno congelati i loro conti: come ai terroristi. Perché questo sono. Non sparano. Ma sbarcano chi poi spara. E i loro attacchi hanno ricadute più a lungo termine rispetto a quelli dei terroristi tradizionali.

Ps. La zona più mortale non è la Libia, dove le morti sono ai minimi, ma la Spagna. Andate a casa vostra a traghettare, pezzi di merda.

Chi trafficava con gli scafisti:

Ong, parla il trafficante libico: “Open Arms trafficava clandestini”

Che ci deve:

Ong Open Arms è costata all’Italia 750 milioni di euro




2 pensieri su “Altre 2 Ong verso la Libia: Italia sotto assedio dei terroristi umanitari”

  1. While the Sea Watch humanitarian terrorists forced the blockade and penetrated into Italian waters, making an illegal gesture aimed at subverting not only our national sovereignty, two other NGOs were anchoring towards Libya: #ONG, @openarms_fund and @seaeyeorg ( ship #AlanKurdi) are leaving for the SAR zone of the #Libia. Recall that the Spanish government has banned Open Arms from performing its activity.
    That against NGOs is not a simple political issue, it is a war. They want to use illegal immigrants to subvert the democratic order: and to impose civil war: and to Islamize sharia the EU: accomplices of this project of genocide, and ethnic substitution: the technocrats are financial investors usurers ECB Juncker Macron Merkel Bilderberg Troika.
    Ong Open Arms has cost Italy 750 million euros:
    this is the war of the EU UN OCI and the Arab League against the survival of Italy and the European peoples

    Mentre i terroristi umanitari di Sea Watch forzavano il blocco e penetravano in acque italiane, compiendo un gesto illegale e volto a sovvertire non solo la nostra sovranità nazionale, altre due Ong levavano le ancore verso la Libia: #ONG, @openarms_fund e @seaeyeorg (nave #AlanKurdi) stanno partendo per la zona SAR della #Libia. Ricordiamo che il governo spagnolo ha vietato ad Open Arms di eseritare la sua attività.
    Quella contro le ong non è una semplice questione politica, è una guerra. Vogliono utilizzare i clandestini per sovvertire l’ordine democratico: e per imporre la guerra civile: e per islamizzare sharia la UE: complici di questo progetto di genocidio, e sostituzione etnica: sono i tecnocrati SpA investitori finanziari usurai BCE Juncker Macron Merkel Bilderberg Troika.
    Ong Open Arms è costata all’Italia 750 milioni di euro:
    questa è la guerra della UE ONU OCI e Lega Araba contro la sopravvivenza dell’Italia e i popoli europei

Lascia un commento