Milano, 463mila euro per integrare i Rom

Condividi!

Dal primo aprile del 2017 al 30 giugno del 2019, infatti, il Comune di Milano ha speso 463.000 euro nei campi rom per favorire percorsi di inclusione sociale, di autonomia abitativa e lavorativa e di integrazione scolastica dei minori

VERIFICA LA NOTIZIA
“Dal primo aprile del 2017 al 30 giugno del 2019 il Comune di Milano ha speso 463.000 euro nei campi rom per favorire percorsi di inclusione sociale, di autonomia abitativa e lavorativa e di integrazione scolastica dei minori. A questi fondi comunali si aggiungono gli 1,2 milioni di euro di finanziamenti statali del Progetto Nazionale Rom, Sinti e Caminanti stanziati tra il 2013 e il 2016“. Lo segnala il Consigliere Comunale Silvia Sardone che commenta: “La sinistra non smette mai di buttare via soldi in nome di un’integrazione che esiste solo nelle favole. Basta infatti farsi un giro nei campi rom di Milano per rendersi conto che i bambini che vanno a scuola sono pochissimi e che gli adulti vivono in gran parte di espedienti. Mi chiedo quindi perché continuare a sperperare denaro pubblico se i risultati sono questi“.

“Giusto per fare qualche esempio – prosegue Sardone – i rom che abitano nel Villaggio Martirano pagano solo il 20% dei canoni d’affitto dovuti; oltre la metà degli ospiti del Cat di via Sacile, costato 2 milioni in tre anni, non ha concluso il percorso di inclusione; il 40% degli ospiti accolti nel Centro di autonomia abitativa di via Novara dal 2016 al 2018 non ha di fatto trovato casa al termine dei progetti individualizzati promossi dal Comune per i nuclei famigliari provenienti dal Cat di via Sacile (1 milione di euro dal 2016 all’aprile 2019). È assurdo che mentre migliaia di famiglie italiane attendono da anni una casa popolare e altre si trovano in serie difficoltà, il Comune di Milano continui a pensare ai rom: nemmeno l’evidenza dei numeri li ferma. Il sindaco Sala – conclude – l’anno scorso si era detto favorevole al superamento dei campi, salvo poi ritrattare qualche settimana fa: fino a quando la volontà politica e l’ideologia saranno queste i milanesi continueranno purtroppo a vedersi scavalcati anche dai rom oltre che dagli immigrati“.




2 pensieri su “Milano, 463mila euro per integrare i Rom”

  1. Il pd (partito distrutto) sta perdendo consensi tra gli italiani, essendo passato dal 45% del 2014 al 37% del 2019 (risultati europee) e pertanto sta disperatamente cercando di ricostituire una base elettorale tra chi sputa sulla patria e se ne frega degli interessi degli italiani (non solo da certificazione anagrafica ma per humus culturale, ciòe non i bosniaci che hanno la cittadinanza italiana o tutti i cosìddetti regolarizzati)

Lascia un commento