Dalai Lama: “Europa non diventi afroislamica, rimpatriateli” – VIDEO

Condividi!

Il Dalai Lama, ancora una volta, esprime la sua preoccupazione per il futuro dell’Europa.

VERIFICA LA NOTIZIA

La guida spirituale dei buddisti tibetani teme che l’Europa possa diventare musulmana o africana se gli immigrati non verranno riportati nei loro Paesi.

Il Dalai Lama, premio Nobel per la pace, ha già fatto affermazioni controcorrente sulla crisi migratoria. Ad esempio nel 2016 ha affermato che in Europa ci sono “troppi profughi” e che “la Germania non può trasformarsi in un Paese arabo”.

“I Paesi europei devono accogliere i profughi e garantire per loro l’istruzione e la formazione, ma con l’obiettivo di farli ritornare in patria con determinate abilità”, ha evidenziato il leader spirituale dei buddisti.

Il Dalai Lama ha inoltre sottolineato che “l’Europa è per gli europei” e che il continente, senza politiche di rimpatrio, rischia di diventare “musulmano o africano”.

Ha contemporaneamente osservato che l’Europa è giusto accolga chi ha veramente bisogno e fugga da reali guerre, ma che poi, questi profughi devono fare ritorno in patria e si può far rimanere solo un “numero limitato” di migranti.

Sua Santità il Dalai Lama, al secolo Tenzin Gyatso, che conosce anche troppo bene i danni dell’immigrazione.

Il suo popolo li vive sulla propria pelle da mezzo secolo, da quando la Cina ha invaso il Tibet e ha iniziato un’opera di genocidio etnico e culturale attraverso l’immigrazione di cinesi etnici.

Ci sono infatti due tipi di genocidi: quello più diretto, che consiste nello sterminare un popolo, ma è ormai troppo ‘volgare’ e anche gli stolti ne comprendono gli effetti. C’è poi quello più subdolo, e consiste del rendere insignificante un popolo rendendolo minoranza a casa propria, attraverso l’immissione di masse di immigrati. E’ il genocidio 2.0 che piace tanto ai nostri politici, perché non hanno bisogno di ‘sporcarsi le mani’ con il sangue del popolo.




Un pensiero su “Dalai Lama: “Europa non diventi afroislamica, rimpatriateli” – VIDEO”

Lascia un commento