Sea Watch non si ferma: è un attacco terroristico, clandestini invece di bombe

Condividi!

Ordine di ‘alt’ non rispettato dalla comandante dell’imbarcazione che si dirige senza fermarsi verso il porto di Lampedusa. Tedeschi che violano i confini altrui, dove l’abbiamo già sentito? Dove sono quelli dell’Anpi?

Le motovedette italiane hanno raggiunto la Sea Watch 3 e intimato l’alt. Ma la nave pirata ha tirato dritto violando la legge. Ora scatterà il sequestro amministrativo e non su richiesta burla di Patronaggio, ma automatico per decreto sicurezza bis. Con multa di 50mila euro.

Se non capiamo che questo è un attacco terroristico con altri mezzi – clandestini invece di bombe – allora siamo destinati a perire.

Vogliono sovvertire la democrazia in Italia attraverso l’imposizione di una politica sull’immigrazione opposta a quella votata dagli italiani. Questo è terrorismo. Questa è eversione. Di loro e di chiunque li appoggi. Andrebbero passati per le armi, ma ci siamo evoluti. O rincoglioniti.

Il decreto sicurezza bis è fortunatamente legge, così scatterà l’immediata confisca del mezzo. Non dubitiamo che faranno ricorso a qualche toga rossa.

Usano i clandestini come bombe. E guardate la foto in alto: sono molto meglio le bombe. Almeno uccidono una volta sola.




2 pensieri su “Sea Watch non si ferma: è un attacco terroristico, clandestini invece di bombe”

Lascia un commento