Salvini vuole il muro alla frontiera per fermare carovana islamica

Condividi!

Alle prese con la carovana islamica che marcia a tappe forzate verso il confine orientale, il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, attacca.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Si è riaperta la rotta balcanica, a luglio partiranno i pattugliamenti misti con gli sloveni, ma se il flusso di migranti non dovesse arrestarsi, a mali estremi estremi rimedi”, ha spiegato. Salvini ha detto di “non escludere la costruzione di barriere fisiche alla frontiera come fatto da altri Paesi europei”.

Vogliamo un grande e bellissimo muro. Perché solo i muri difendono la civiltà dalla barbarie.

Un Paese senza frontiere non è un Paese

L’assalto islamico dalla rotta balcanica, ripreso in modo consistente già nel 2018, si sta ulteriormente intensificando quest’anno. Una vera e propria emergenza.

L’ultimo attacco con oltre 118 clandestini:

Assalto al confine: centinaia islamici passano confine a Trieste, è emergenza

Un’emergenza totalmente sottovalutata.

In tutto il 2018 – secondo i dati del Dipartimento della Pubblica sicurezza – 446 clandestini, tutti maschi, tutti musulmani, sono stati rintracciati presso le zone al confine sloveno.

Nel corso dei primi cinque mesi del 2019 i migranti irregolari in quell’area erano già 652, cui vanno aggiunti gli oltre 130 individuati finora a giugno.

Si registra dunque quasi un raddoppio degli arrivi dalla Slovenia rispetto al 2018 solo nel primo semestre di quest’anno. E 121 sono stati trovati presso le zone di confine con l’Austria. Numeri che hanno fatto accrescere l’attenzione del Viminale sulla rotta di terra del Nordest.

Ma serve l’esercito per pattugliare i confini, non la Polizia. Perché vanno respinti, non individuati una volta entrati. O la regola del ‘primo approdo’ vale solo per noi quando la Germania e la Svizzera ci rimandano i clandestini?

I tentativi si stanno moltiplicando, sono le avanguardie della carovana islamica bloccata in Grecia che arrivano alla spicciolata:

Invasione: 25mila islamici in marcia verso l’Italia

Intanto la polizia slovena non ha mezzi:

Polizia slovena annuncia ondata islamica: “Non abbiamo abbastanza poliziotti per fermarli”

Cosa aspettiamo a mobilitare l’esercito per fare quello che da sempre dovrebbe fare: proteggere i nostri confini, non quelli degli altri?

Questi sono i boschi lungo la frontiera orientale (in realtà quella è zona italiana, ma questa è un’altra storia) in cui la carovana islamica (li chiamano profughi 😆 ) si accampa prima di penetrare in Italia:

Questa carovana islamica che sta premendo ai confini greci:

E li rifornisce l’Onu di carte prepagate caricate dai contribuenti anche italiani:

Italiani hanno versato 155 milioni di euro nelle carte prepagate dei migranti

Così possono pagarsi il viaggio!

Una bella barriera risolverebbe il problema.




2 pensieri su “Salvini vuole il muro alla frontiera per fermare carovana islamica”

  1. a Trieste si vede giornalmente, passeggiando per il centro, un continuo andirivieni di facce nuove: sono tutti clandestini che passano la frontiera senza alcun problema (a proposito, ma la polizia per controllare esiste ancora?). Arrivano 50/100 al giorno , quasi tutti pachistani (scappano dalla guerra …..), afgani, iracheni. Oggi, tornando dalla Slovenia, lungo la strada che porta a Trieste, c’erano almeno una trentina che si dirigevano verso il centro indisturbati senza nessun controllo: questa si chiama INVASIONE!

Lascia un commento